Martesana

– Dopo 2 vittorie di fila è arrivato un ultimo piazzamento, oggi quanto è alta la vostra voglia di rivalsa?
Purtroppo due anni fa non siamo stati competitivi in molte discipline e anche in quelle che sono state la nostra forza nelle edizioni che ci hanno visto vincitrici, il non ricambio generazionale ci ha portato a indebolirci fino a uscirne sconfitti. Quest’anno punteremo a cercare nuovi contradaioli che possano garantirci forze fresche e nuove per tornare a gareggiare per le posizioni che ci spettano.

– Quale contrada temete maggiormente?
La contrada più temibile quest’anno secondo noi è Sant’Agata, in quanto sono anni che sfiora la vetta e si rinforza di anno in anno. Sant’Agata ricorda il Napoli nel campionato di serie A, però, se Camporicco è la Juventus, la domanda sorge spontanea, il Napoli vincerà mai lo scudetto? Secondo noi potrebbe esser l’anno buono.

– Cosa volete dire ai Vostri contradaioli per incitarli?
Ai nostri contradaioli vogliamo semplicemente dire che il Palio, l’atmosfera che lo circonda è un qualcosa di magico, che vale la pena vivere. Perciò vi aspettiamo, motivati e ambiziosi.